Una moneta da 2 Euro e… Click! Sei su Facebook: nuove frontiere per un fundraising integrato

Ecco un modo nuovo, originale, interattivo e intelligente di fare fundraising. A pensarci, l’agenzia KolleRebbe per Misereor, organizzazione cattolica tedesca di cooperazione allo sviluppo. Un poster interattivo installato all’aeroporto di Amburgo mostra al pubblico come con una donazione, con una moneta da 2 euro, possa mettere in moto l’aiuto alle popolazioni povere nel mondo. Durante il percorso, una foto rende il donatore protagonista dell’esperienza e, in tempo reale, lo scatto viene pubblicato su Facebook per lasciare traccia della sua buona azione.

Insomma: un originalissimo e azzeccatissimo esempio di comunicazione integrata al servizio del nonprofit.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=P2xMYboiJ4A]

Parlavamo appunto qui di un nonprofit fertile e sperimentatore.

Che ne dite? Secondo voi ci sono speranze che un’attività del genere permetta di raccogliere molti fondi? Magari no, visto il costo che immagino importante e le poche installazioni, ma certo è che il modo è davvero originalissimo. Facciamo i complimenti all’agenzia e all’ONP per l’idea?

There are 7 Comments

  • dontyna says:

    Questa campagna me la segno, grande Elena che l’hai scovata :)

  • Marco says:

    Decisamente originale e l’esperienza mi insegna il ” toccare con mano” convince gli spiriti piú critici. Il costo? Probabilmente abbastanza elevato ma ammortizzabile se strutturato in modo da potere essere riutilizzato per altre campagne, grandiosa la scelta dell’aereoporto, di solito si ha molto tempo “libero” a disposizione. Mi piace! Marco

  • In una parola geniale! E sicuramente chi lo prova si ricorda anche della onlus perchè è ben congegnata… Magari trovassimo il coraggio di osare così anche in Italia…

  • Annalisa says:

    Idea originale, disegni simpatici, l’idea che trasmette è di un’azione positiva e, cosa non di poco conto, il luogo dove è posizionato è sicuro e vigilato. Secondo me la realizzazione potrebbe essere anche ad un costo relativamente basso. Basti pensare a tutti coloro che per hobby riescono a fare presepi semoventi, orologi con meccanismi a scomparsa…. grazie Elena della condivisione.

  • Mi ricorda tanto quelle macchinette in cui una biglia faceva il percorso su una pista automobilistica e con un volante bisognava fare attenzione a non farla cadere. In palio, una gomma da masticare. Chi è abbastanza “vecchio” se le ricorda di sicuro :)

  • Simona Biancu says:

    Ciao Elena, grazie per aver condiviso questa iniziativa bellissima. Ne sono entusiasta, mi sembra “riassuma” tutto quello che di positivo, coinvolgente, trasparente c’è nel nonprofit. Bravissimi gli ideatori!

  • mbsfundraisingblog says:

    Ciao Elena, a me la campagna piace molto, unisce la semplicità all’originalità e comunque “costringe” il donatore a vedere che fine fa la monetina e aumenta anche la curiosità di saperne un pò di più…io ad esempio sarei andata subito a guardare il sito. Grazie è proprio una bella idea, forse difficile da realizzare ma una bella alternativa ai classici banchetti un tantino noiosetti oserei dire…Mariangela Leonetti

  • Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *