La società civile va alle elezioni

Oggi ho il piacere di ospitare Marco Binotto, professore aggregato all’Università La Sapienza di Roma.

Il tema è quello attualissimo del ruolo della società civile, e in particolare del Terzo Settore, alle prossime elezioni politiche. Con alcuni colleghi, il professore propone una call a un’interessante ricerca e un primo elenco di casi eccellenti. L’appello è pubblico e d’interesse per tutti la più ampia partecipazione.

L’invito e il rinvio per l’approfondimento politico è al tag ELEZIONI 2013 di Vita. Buona lettura.

————

La società civile va alle elezioni. Ma non sempre per candidarsi. A volte anche per far eleggere le proprie idee. In che modo lo fa? E’ efficace? E’ una novità positiva? Servirebbe qualche analisi: per questo è partita una chiamata di ricerca. Chi ci aiuterà a trovare altre campagne o iniziative pubbliche?

Il tempo delle elezioni non è fatto solo di comunicazione e propaganda politica, liste e partiti. Da qualche anno è anche il tempo per la società civile, le organizzazioni nonprofit e i movimenti sociali per reclamare attenzione e spazio per temi e argomenti,  per chiedere impegni, per fornire occasioni di esprimere proposte o bisogni alla cittadinanza.

CHIAMATA DI RICERCA

Le cattedre di Comunicazione dei diritti e della cittadinanza attiva  e Analisi dell’informazione e dei pubblici e Sociologia della politica propongono un’attività di ricerca e di tesi dedicata all’analisi di queste iniziative che oltre ad essere spesso innovative dal punto di vista comunicativo inaugurano, per la sfera pubblica italiana, una nuovo rapporto tra classe dirigente e gruppi di pressione, tra scelta elettorale e il possibile protagonismo e partecipazione della cittadinanza.

Ecco un primo parziale elenco di queste iniziative:

Per collaborare alle attività occorre registrarsi al gruppo di ricerca.
Per informazioni: marco.binotto@uniroma1.itmarco.bruno@uniroma1.it

———————-

GUEST POST. Thank to.

Professore aggregato all’Università La Sapienza di Roma, Marco Binotto è ricercatore presso la Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione dove insegna Processi culturali e comunicativi applicati alla scienza e alla salute e Comunicazione dei diritti e della cittadinanza attiva.

Il post è proposto come esempio di Crossmedialità. Su autorizzazione dell’autore. Vai alla fonte.

———————-

Articoli correlati:

There are 1 Comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *