Sussidiarietà Solidale

Il principio di sussidiarietà solidale (o di quarto livello) è un passo oltre la sussidierietà circolare proposta dal professor Stefano Zamagni e due rispetto alla sussiediarietà orizzontale a cui si fa riferimento nel sistema di welfare attuale. Ai tre attori – Ente Pubblico, Nonprofit, Impresa – se ne aggiunge un quarto, la persona intesa nel suo contesto di Comunità Elementare (famiglia).

PRINCIPIO DI SUSSIDIARIETA’ SOLIDALE (GAEZ 0113)

tetraedro

  • con il tetraedro (la piramide di tre lati) tutte le facce, gli angoli, le aree sono uguali. Ogni vertice ha la sua “rispettabilità”, nessuno prevale
  • veniamo ai vertici: uno è l’Ente Pubblico EP, uno è il nonprofit NP, uno è l’azienda AZ, e infine la persona (o comunità elementare) CE.

LE RELAZIONI

EP (Ente Pubblico):

  • Verso il NP eroga servizi, stipula convenzioni, eroga contributi
  • Verso l’AZ eroga servizi, stipula convenzioni
  • Verso la CE eroga servizi e contributi

NP (Nonprofit):

  • Verso l’EP eroga servizi
  • Verso l’AZ eroga servizi
  • Verso la CE eroga servizi, promuove progetti “ideali”; è inserita nel territorio

AZ (Azienda):

  • Verso l’EP paga le tasse, vende il proprio prodotto (merce o altro)
  • Verso il NP vende il proprio prodotto, dona denaro, potrebbe donare volontariato aziendale e investire in progetti
  • Verso la CE vende il proprio prodotto, dà lavoro; è inserita nel territorio

CE (Comunità elementare):

  • Verso l’EP paga le tasse
  • Verso il NP fa donazioni, fa attività di volontariato, potrebbe investire in progetti
  • Verso l’AZ compra merci, acquista servizi, lavora; è inserita nel territorio

Tutte quelle descritte come attività di un soggetto verso un altro diventano passività in senso contrario: la comunità paga le tasse e in cambio riceve servizi dall’EP.

CONCLUSIONI

Un approccio innovativo in cui solidale richiama da una parte l’opposizione figura solida vs figura piana e dall’altra avoca i concetti di reciprocità e partecipazione.

Qualità tanto presenti quanto urgenti nel modo attuale di intendere il nuovo sistema di welfare, quello, appunto, di seconda generazione.

Leggi il post relativo.